Un romanzo di Cristina Bruno

Il Rumore dei Libri: recensione del romanzo L’anello d’Oro

  • Google Plus
  • LinkedIn
  • Facebook
  • Twitter
  • OkNotizie
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Print
  • Email

 Nuova recensione per il romanzo di Cristina Bruno

Il rumore dei Libri:  Recensione del romanzo L'Anello d'Oro

Il rumore dei Libri: Recensione del romanzo L’Anello d’Oro

 

Scritta da VITTORIO DE AGRO’

…Ci sono guerre che si combattono nell’ombra e senza spargimenti di sangue. E’ sufficiente un click sul computer per poter muovere eserciti e scatenare l’inferno…
 
 
…Cristina Bruno con il suo libro porta il lettore nella bella, misteriosa e complessa Russia post caduta Muro di Berllino. Una Russia ancora a metà strada tra passato e futuro. Un Paese ricco di storia e di fascino, ma carico di contraddizioni. “L’Anello d’Oro” è una spy story, un romance, un dramma e anche un road movie tra le bellezze storiche della Russia. Per chi non ha mai visitato questo Paese, come il sottoscritto, il libro diventa l’ideale Cicerone per mostrare luoghi, atmosfere e comprendere modi di pensare e fare, degli abitanti di un mondo per lo più ancora sconosciuto….
 
…Il protagonista involontario della storia è Peter Sullivan, professore americano d’informatica di mezza età, di passaggio in Russia per un periodo sabbatico. L’incontro causale con la giovane e misteriosa Ksenija, collega d’Università, lo trascina da una parte in una intensa storia d’amore e dall’altra in un pericolosa partita a scacchi con i Poteri Forti che controllano e dispongono le sorti di noi tutti….
 
…Lo stile della Bruno è piacevole, scorrevole e nel complesso incalzante. Il romanzo ha un buon ritmo e invita il lettore alla lettura, alternando con equilibrio e talento i vari generi letterari….
 
…I nostri protagonisti sono, forse, in parte moderni Don Chisciotte, ma hanno il merito e il coraggio di credere a un mondo diverso.
Il finale aperto del libro ci fa immaginare che probabilmente le avventure dei nostri “James Bond” non siano conclusi da una parte e dall’altra è difficile stabilire oggi chi siano i buoni e chi i cattivi.
 
 
<— Fai click sull’immagine per leggere tutta la recensione

Lascia un commento